FILOTTRANO

... e oltre ...

venerdì 15 novembre 2013

AFFIDAMENTI IN CONCESSIONE 
NECESSITÀ DI MONITORAGGIO E CONTROLLO
IL CASO SAN GIOBBE
di Gianfranco Giretti

Filottrano, 15 novembre 2013

Non è raro che i comuni affidino in concessione alcune loro proprietà a gestori terzi e spesso le ragioni sono da ricercare nel fatto che le amministrazioni, per aggirare limiti di spesa o l’impossibilità di farlo direttamente, fanno realizzare gli investimenti necessari ad un soggetto terzo che si potrà poi rifare con gli utili derivanti dalla gestione del bene stesso per un periodo di tempo definito. Sono ...   leggi tutto

6 commenti:

  1. ma infatti se uno vuole affittare il campo a chi deve chiedere? c'è un sito? un numero di telefono?

    RispondiElimina
  2. Me pare che il pres. di san Giobbe è un Ballante

    RispondiElimina
  3. tutti a cerca il pelo!

    RispondiElimina
  4. l'impegno con la filottranese è solo da elogiare...ovviamente nella massima trasparenza. qualche perplessità invece su altri fronti....ci sono le case all'imbrecciata e viene fuori l'investimento per i marciapiedi....c'e il consorzio e l'altra palazzina di via xxx giugno e un parcheggio ai giardini avrebbe fatto comodo....c'è il piano dell'ex fornace (assessore all'urbanistica assente ad entrambi i consigli comunali) e sappiamo chi ha lottizzato e poi realizzato e venduto il supermercato. qui qualche perplessità rimane

    RispondiElimina
  5. Sul piano di riqualificazione ex fornace due passaggi dell’assessore allo sport (!!) Ragonio visto che quello all’urbanistica non c’era!

    “il verde è consistente, è previsto a valle del piano di recupero, la zona verrà riqualificata, il filare alberato che sussiste di gelsi verrà recuperato e contestualmente si prevede anche la riqualificazione del verde posto a monte del piano di recupero, in quanto è previsto un collegamento pedonale tra la zona ex Fornace con il piazzale delle
    Corriere”
    “Dopodiché volevo portare all'attenzione del Consiglio il fatto che approvando definitivamente questo piano il Comune, una volta che il piano diventerà attuativo dopo il convenzionamento, potrà contare su un edificio che verrà edificato a complete spese del lottizzante di circa 2000 metri cubi che avrà funzione di edificio pubblico e quindi potrà scegliere il Comune a che scopi destinarlo e non mi sembra una cosa di poco conto”

    Solo Refusi in fase di sbobinamento?

    RispondiElimina
  6. ma si può sapere un po' di più? ma qual'é l'edificio di 2000 metri cubi? è qua l'era la sistemazione a verde prevista? magari carnevali che segue con attenzione questo progetto può dieci qualcosa....oltre alla rotatoria.

    RispondiElimina